Comune di Mazzano Romano | Sito istituzionale

Turismo

 


 

Mazzano Romano è un comune di poco più di tremila abitanti, situato a Nord della Provincia di Roma, a 45  45 km dalla capitale. Il paese è immerso nel verde: il centro abitato sorge, infatti, nel bel mezzo di verdi colline e tagliate di tufo: la superficie territoriale ha un'estensione di circa 2830 ha. di cui ben 2296 sono destinati alla produzione agricola e a boschi.

Centro storico e località di interesse
L'antico centro abitato sorge su una ripida altura che emerge dalla valle del Treja.  Vi si accede da un arco d'ingresso a volta inglobato nel palazzo baronale dei Biscia, sul fronte del quale campeggia infatti  lo stemma gentilizio della famiglia. La cinta muraria fortificata risale alla più recente fase di difesa (XVII° sec). Essa racchiude costruzioni di epoche diverse: elementi architettonici in peperino scolpito distinguono l’edilizia del tardo medioevo, mentre diverse case sono caratterizzate da iscrizioni rinascimentali, tra queste  l'antico Palazzo baronale di Everso e Dolce degli Anguillara (sec. XV°). Nella parte più elevata dell’abitato si trova la piazza dell'Antisà (innanzi ai santi), dove si ergono gli affascinanti  resti dell'antica chiesa di San Nicola, costruita nel XVI° secolo su disegno di Jacopo Barozzi da Vignola e demolita nel 1940 perché pericolante. Il ricco apparato liturgico appartenuto alla chiesa costituisce oggi un piccolo e grazioso museo parrocchiale che custodisce, tra i preziosi oggetti, il trittico del XVI° secolo, attribuito a Girolamo Siciolante detto il Sermoneta, raffigurante il Salvatore benedicente e, ai lati, San Nicola di Bari e Benedetto.
Appena  fuori del castello  si trova la piccola chiesa di S. Sebastiano, decorata da affreschi del XVI° sec. (raffiguranti il martirio di San Sebastiano tra San Rocco e San Gregorio papa, la Madonna con il Bambino e Sant'Anna).
Nei dintorni del borgo è possibile visitare le aree archeologiche che documentano gli antichi siti falischi: l’ abitato di NarceMonte Li Santi, nella cui sommità si conservano i resti di un grande edificio pubblico e di una villa romana, mentre ai piedi della collina la Soprintendenza ha portato alla luce un santuario adibito al culto della fertilità femminile; le aree di Pizzo Piede e di Santa Maria (piccolo insediamento medioevale conosciuto anticamente come Castelvecchio).
Lungo la statale che unisce il paese alla via Cassia si trova Monte Gelato, uno dei luoghi storici più significativi della Valle del Treja. Il complesso è costituito da una torre, da una mola,  dalle cascate formate dal fiume Treja in corrispondenza di uno strato di tufo litoide denominato "piperno", da una villa romana ora ricoperta, e dal Castellaccio, a poche centinaia di metri dalle cascate. Particolarmente interessante è il mulino ad acqua, funzionante fino al dopoguerra.
 
Il Parco

La ricchezza e bellezza naturale del territorio di Mazzano Romano è protetta grazie all’istituzione del parco Valle del Treja. Il paesaggio è caratterizzato da folti boschi di pioppi, olmi e salici, e dal particolarissimo corso del fiume Treja, le cui acque solcano le tagliate tufacee generando cataratte e cascate, la più nota delle quali è quella di  Monte Gelato. I boschi e le acque del Treja nutrono e danno riparo ad una ricca fauna: variegati insetti, nutrie, gamberi e granchi di fiume e svariati volatili (ballerina bianca e gialla, gallinella d'acqua, gruccione, usignolo di fiume, lo splendido martin pescatore, diversi esemplari di rapaci notturni e, di recente, due coppie di aironi).